www.meditflora.com

creato da G. Visetti * diretto da F, Fontanella

 


il mirto

(di Sandro Strumia)


Mirto (Myrtus communis)Anche se da lontano è difficilmente riconoscibile, è una delle piante che maggiormente si fanno notare nel panorama delle piante mediterranee. Durante il periodo estivo produce un gran numero di bellissimi fiori bianchi dal profumo molto intenso; è un arbusto sempreverde le cui foglie, fortemente aromatiche, sono coriacee e lucide. 

La lucentezza fogliare rappresenta un altro esempio di adattamento alle caratteristiche ambientali del Mediterraneo: grazie ad essa parte dei raggi solari vengono riflessi come da uno specchio ed in tal modo si evitano tutti quei danni che potrebbero essere causati alla pianta da una eccessiva insolazione. 

E' sempre stata una pianta sacra fin dal tempo degli Egiziani e dei Persiani e il suo nome ricorreva spesso nelle leggende greche e latine. Per i Romani era simbolo di trionfo e di vittoria e con i suoi rami si intrecciavano ghirlande con le quali si incoronavano poeti ed eroi. Pianta sacra a Venere, era anche considerata, forse per il candido colore dei suoi fiori, simbolo della verginità, bellezza ed amore puro; per questa ragione si usava per ornare il capo delle giovani spose ed anche per addobbare i tavoli durante i banchetti nuziali, in quanto si riteneva che il suo profumo riuscisse a combattere i fumi dell'alcol. 

Le sue foglie sono state utilizzate fin dal tempo dei Romani per aromatizzare le carni; a questo proposito è curioso ricordare come dal nome volgare con il quale spesso è conosciuta questa pianta, Mortella, deriva il nome della mortadella, proprio perché essa veniva aromatizzata con le sue foglie. Ancora adesso dalle foglie di Mirto si ricava un'essenza che viene utilizzata non solamente in profumeria, ma anche in medicina, per le sue proprietà balsamiche e disinfettanti. Le bacche, di colore nero-bluastro, maturano sulla pianta verso la fine dell'estate e in Penisola sono utilizzate per ricavarne un ottimo liquore. Gli antichi preparavano con i frutti una sorta di vino ed un olio che adoperavano in medicina come astringente. L’acqua di Mirto distillata serve come cosmetico con il nome di acqua d’angelo o acqua angelica. 

Il nome scientifico Myrtus deriva da Myrsine, leggendaria fanciulla greca, uccisa da un giovane da lei battuto nei giochi ginnici e trasformata da Pallade in un arbusto di Mirto. Era inoltre sacro a Venere perché la dea dopo essere nata dalle acque del mare di Cipro, si era rifugiata in un bosco di mirto. Era considerata una delle piante simboliche di Roma, tant'è che nel Foro vi era un’antica ara consacrata a Venere Mirtea.


erbacee

herbaceous

legnose

woody

orchidee

orchids

felci

ferns

alberi

trees

FAUNA

funghi

elenco

sistematico

©meditflora.com, riproduzione testi e immagini riservata

 

 

Web stats