www.meditflora.com

creato da G. Visetti * diretto da F. Fontanella


Epipactis placentina


Epipactis placentina

Scheda naturalistica


Famiglia: Orchidaceae

 Epipactis placentina Bongiorni & Grünanger

Nome comune: elleborina piacentina

Sinonimo: Epipactis muelleri subsp. cerritae

Etimologia: il termine Epipactis è citato per la prima volta negli scritti di Dioscoride, medico, botanico e farmacista greco antico vissuto nel I secolo a.C., che lo usò per indicare una non ben definita specie di elleboro (genere Veratrum), fu poi adottato dal botanico tedesco J.G. Zinn, nel corso del ʼ700, per designare il genere di queste orchidee che hanno le foglie simili a quelle del Veratrum. L’epiteto specifico placentina, ha origine da Placentia, nome latino di Piacenza, nella cui provincia è stata trovata per la prima volta questa specie.

Descrizione: pianta alta 20-50 cm; caule eretto e robusto; foglie cauline 4-7 le inferiori ovate le superiori ovato-lanceolate,; infiorescenza piuttosto densa, multiflora; brattee lineari- lanceolate, le inferiori più lunghe dei fiori; sepali e petali verdi soffusi di rosa, ovato-lanceolati, labello biancastro sfumato di rosa alla base con ipochilo internamente rosso, epichilo triangolare, rosato, con bordi leggermente revoluti; ovario piriforme, peduncolato.

Habitat: boschi luminosi, radure, cespugli, da 100 a 1000 m.

Periodo fioritura: Luglio - Agosto

note: nei Monti Lattari, nella faggeta del Faito. Non segnalata in penisola sorrentina e Capri.

Testi consultati:

1) FIORI A., 1923-1925a; 2) FONTANELLA F., 2009;  3) GRÜNANGER P., 2001; 4) GUADAGNO M., 1226; 5) PIGNATTI S., 1982; 6) RICCIARDI M., 1996; 7) ROSSI W., 2002; 8) ZANGHERI P., 1976.

"Visualizza l'elenco bibliografico"


Testo a cura di Ferdinando Fontanella


erbacee

herbaceous

legnose

woody

orchidee

orchids

felci

ferns

alberi

trees

FAUNA

funghi

elenco

sistematico

©meditflora.com, riproduzione testi e immagini riservata

Stampa

 

 

Web stats