www.meditflora.com

creato da G. Visetti * diretto da F. Fontanella


Serapias cordigera


Serapias cordigera

Scheda naturalistica


Famiglia: Orchidaceae

 Serapias cordigera L.

Nome comune: serapide cuoriforme

Sinonimo: Helleborine cordigera

Etimologia: il nome del genere Serapias deriva da Serapis (Serapide) divinità egiziana della fertilità. L’epiteto specifico cordigera ha origine dalle voci latine cordis, cuore e gero, porto con significato di “portatore di cuore” per la forma caratteristica del labello.

Descrizione: pianta alta 15-45 cm; caule eretto, robusto; foglie verdi da lineari a lanceolate, le basali erette con guaine striate di rosso, le superiori bratteiformi; brattee grigi-argentee con venature rossicce, ovato lanceolate, più corte dei fiori; infiorescenza densa, con fiori grandi; sepali e petali conniventi a formare uno stretto casco, labello grande bipartito, di colore variabile da bruno-rossiccio a purpureo-nerastro, ipochilo racchiuso più o meno completamente nel casco tepalico, due callosità basali brevi, purpureo-nerastre, lucide, divise e divergenti, epichilo largo, cordato, leggermente arcuato, rivolto in basso o orizzontalmente, con densa pelosità centrale; sperone assente; ovario sessile.

Habitat: prati, cespuglietti, garighe, macchie, radure, da 0 a 1100 m.

Periodo fioritura: Aprile - Giugno

note: qua e là nei Monti Lattari, in penisola sorrentina e isola di Capri.

Testi consultati:

1) CAPUTO G., et al., 1994; 2) FIORI A., 1923-1925a; 3) GRÜNANGER P., 2001; 4) GUADAGNO M., 1226; 5) PIGNATTI S., 1982; 6) RICCIARDI M., 1996; 7) ROSSI W., 2002; 8) ZANGHERI P., 1976.

"Visualizza l'elenco bibliografico"


Fotogallery: Serapias cordigera

(clicca per guardare * click to see)


Testo a cura di Ferdinando Fontanella


erbacee

herbaceous

legnose

woody

orchidee

orchids

felci

ferns

alberi

trees

FAUNA

funghi

elenco

sistematico

©meditflora.com, riproduzione testi e immagini riservata

Stampa

 

 

Web stats